DOPPIETTA PER IL PARMA CLIMA. MACERATA SUPERATO 6 A 5 E 10 A 2..

Il Parma Clima interrompe la serie di quattro sconfitte consecutive battendo due volte il Macerata con i risultati di 6 a 5 e 10 a 2.

La pomeridiana è stata una partita vibrante ed equilibrata decisa dalle valide di Stefano Desimoni (2 su 2) e da un solido rilievo di Yomel Rivera. Lanciatore vincente Mattia Aldegheri. Più facile il successo serale grazie ad un'eccellente prova di Luis Lugo e ad un attacco che ha realizzato sedici valide complessive

LA CRONACA DI GARA DUE

Nel Parma Clima c'è l'esordio stagionale di Charlie Mirabal che si riprende il ruolo di interbase con Paolini che torna in seconda. Desimoni gioca esterno sinistro in una linea che comprende anche Sebastiano Poma e Koutsoyanopulos mentre Sambucci si esibisce in prima base dopo il turno di squalifica. Sul monte di lancio c'è Mattia Aldegheri.

Nel Macerata viene confermata quasi in toto la formazione vincente di mercoledì con l'inserimento di Samuele De Simone come designato al nono spot dell'ordine di battuta. Lanciatore iniziale è il mancino Gianny Fracchiolla.

Le prime fasi di gioco sono favorevoli agli attacchi. I padroni di casa passano in vantaggio al primo con un singolo di Koutsoyanopulos, un perfetto batti-e-corri di Paolini e una battuta in scelta difesa di Zileri ma vengono sorpassati dal Macerata al secondo con tre valide di Moredo, Luciani (doppio) e Splendiani.

Al cambio di campo il Parma Clima fa la voce grossa e mette tre punti sul tabellone. Poma apre l'attacco con un doppio in campo opposto e poi, dopo l'eliminazione di Deotto, arrivano le basi ball con le quali Giarola e Desimoni riempiono tutte le basi. Il pareggio si concretizza con un fortunato singolo di Koutsoyanopulos che fa spiovere la palla dove il seconda base Di Battista non può arrivare mentre i punti del 4-2 pesano sulla coscienza dell'interbase Moredo che non riesce ad addomesticare una groundball di Zileri.

I ragazzi di Guido Poma non si fermano e al terzo allungano fino al 6 a 2. Mirabal beneficia di un errore difensivo, Sebastiano Poma di una base per ball: Deotto esegue un perfetto bunt di sacrificio e Desimoni batte a casa due punti con un chirurgico doppio a sinistra.

La partita però è tutt'altro che finita. Al quinto il Macerata torna a farsi pericoloso e riempie le basi con due singoli di Serrani e Moredo e una base per ball concessa a Di Battista: Morresi coglie l'attimo, piazza la palla davanti agli esterni e riavvicina gli ospiti fino al 6 a 4 costringendo Guido Poma a sostituire Aldegheri con Anthony Gonzalez. Il rilievo ducale concede a Carrera la valida del 6 a 5 ma poi riesce a chiudere l'inning grazie ad una solida difesa di Giarola.

Gonzalez viene confermato sul monte anche nel sesto inning. Elimina rapidamente Splendiani e Serrani ma poi concede quattro ball a De Simone: lo staff tecnico parmigiano non indugia e chiama immediatamente al lavoro Yomel Rivera che costringe Moredo ad alzare un altissimo pop fly facilmente controllato da Paolini.

Nel frattempo l'attacco parmigiano perde la strada maestra. Il quarto e il quinto attacco si concludono con tre soli battitori nel box, il sesto si esaurisce con una battuta in doppio gioco di Koutsoyanopulos dopo un bel bunt valido di Desimoni.

Si entra così nel settimo inning con un solo punto a dividere le contendenti. Mirabal ottiene il primo out con una precisa assistenza ma poi Morresi mette a segno la seconda valida di giornata con un singolo a destra. Il duello tra i mancini Rivera e Carrera (2 su 4) si conclude con una comoda presa al volo di Desimoni, quello tra il closer parmigiano e Pablo Gonzalez con una base per ball che porta in seconda il punto del pareggio. Nel box è il turno di Gionni Luciani che gira a vuoto il terzo strike concedendo la vittoria al Parma Clima

LA CRONACA DI GARA TRE

Per la terza gara Guido Poma e Aluffi apportano pochissime variazioni alle formazioni del pomeriggio. Nel Parma Francesco Pomponi sostituisce Giarola in terza, nel Macerata De Simone e Luciani si scambiano i ruoli con il primo esterno sinistro e il secondo battitore designato.

Sul monte di lancio si sfidano Luis Lugo per il Parma Clima e Cesar Gonzalez, reduce dalla salvezza nell'incontro di mercoledì, per il Macerata.

Il Parma Clima parte nuovamente forte e mette tre punti tra sé e gli avversari fin dal primo inning. Koutsoyanopulos, colpito, viene colto rubando da Morresi ma poi le mazze ducali iniziano a colpire duramente: le valide di Sambucci e Mirabal, unite a una base per ball e ad un errore difensivo permettono ai parmigiani di portarsi sul 3 a 0.

La pioggia di valide contro Cesar Gonzalez non si arresta e al secondo inning il Parma Clima allunga fino al 7 a 0 grazie alle valide di Desimoni, Koutsoyanopulos, Paolini, Zileri e Mirabal e ad un atteggiamento aggressivo e produttivo nella corsa sulle basi.

Dall'altra parte Lugo lancia con grande efficacia eliminando i primi sette battitori affrontati (cinque al piatto) e mettendo a segno una lunga serie di strikeout. Saranno undici al termine della sua prestazione, durata cinque inning e 67 lanci.

Con questi presupposti la partita del Parma Clima è stata tutta in discesa. I battitori hanno sistemato le proprie medie realizzando sedici valide complessive. Tutti i giocatori del nove iniziale hanno messo a segno almeno una valida: tra i migliori Desimoni (2 su 2), Mirabal (2 su 3), Paolini (2 su 3) e Sambucci (2 su 3).

Mercoledì alle 21 il Parma Clima ospiterà il Godo nella prima gara della quinta giornata.

IL TABELLINO A CURA DEL C.N.C DI GARA DUE.

IL TABELLINO DI GARA TRE

Nella foto Stefano Desimoni (archivio Parma baseball 1949)

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments

  • No comments found