PERSA ANCHE GARA 2: SAN MARINO PASSA 10-5

Priva ancora di Rivera, Parma deve cedere anche in casa ai campioni d'Europa: la squadra di Gerali lascia 12 uomini sulle basi e sul monte fatica contro il forte line up di San Marino.

Nonostante l'home run di Garbella, il primo del Parma nella stagione 2015, finisce 10-5 per gli ospiti, più concreti e derterminati nello sfruttare le situazioni favorevoli. Spada parte bene, ma al 2° San Marino passa su un'azione di scelta difesa. Parma risponde con un ground rule double di Fossa: da lì base a Biagini ma poi è sfortunatissimo Maestri. La sua battuta sembra al volo ma è persa dall'esterno sinistro che fulmina Fossa in terza. Al 3' Spada mostra scarso controllo, si complica la vita e con 2 out e 2 strike commette balk. Il lancio successivo Avagnina (mvp del match con un 4 su 4 e 3 punti battuti a casa) lo trasforma in valida: 4-0 con tanto di contestato arrivo a casa.
Al 4' un doppio di Albanese porta a 5 le segnature degli ospiti e mette fine al match di Spada, rilevato da Petralia. Parma reagisce: il solo homer di Garbella fa scattare in piedi il pubblico dell'Europeo. I ducali insistono e mettono altri due uomini in base costringendo i Titani alla visita. Con Maestri out al volo non senza difficoltà, Benetti buca Mazzuca con un lungolinea che vale il secondo punto. Imperiali trattiene il pop insidioso di Pizzolini, ma Pizziconi esce comunque dalla partita e lascia il posto a Oberto che chiude la ripresa senza grossi problemi. parma però ci crede e apre il 5° inning con un singolo di Noguera che vola in seconda su errore, ma è eliminato in terza sulla battuta in diamante di Poma. Che poi ruba con grande tempismo la seconda ma resta lì. E al 7° è San Marino a rimettersi in moto: Chiarini buca il guanto di Scalera con un lungolinea che vale il 6-2. Che diventa 7-2 su scelta difesa con Guarda subentrato a Petralia. Parma prova a rispondere: manda due uomini in base approfittando del calo di Oberto, ma con zero out nessuno sa spingerli a punto. A differenza degli ospiti che dimostrano di avere un line up senza pecche e all'8° sfondano, contro un Parma distratto che commette anche 2 errori: è 10-2. I ragazzi di Gerali però salvano l'onore lottando fino alla fine: il lungo doppio di Deotto contro il neo entrato D'Amico permette a Gregorini di segnare. D'Amico riempie le basi: mette k Cetti, ma nulla può sul singolo di Noguera (2/4) che vale il quarto punto. La volata successiva di Poma porta a casa il quinto punto. Finisce così, 10-5. Parma chiude il girone d'andata con 4 vinte e 10 perse, intenzionato a fare meglio nel ritorno: a partire già dalle prossime due trasferte, prima a Godo e poi contro il Nettuno 2.

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments

  • No comments found