GLI INDIANI E IL PARMA CON SIMONE STORANI

Si è svolta ieri pomeriggio nella sala hospitality dello stadio "Cavalli" la conferenza stampa di presentazione dell'iniziativa benefica promossa dal gruppo di tifosi Indiani Parmigiani e appoggiata dalla società 1949 Parma baseball club.

Il gruppo di tifosi, come da tradizione, sceglie ogni anno un'associazione o una persona bisognosa verso la quale devolvere il ricavato delle proprie attività benefiche. In questa stagione, in collaborazione con il chirurgo dott Caleffi, hanno scelto di donare i loro proventi al piccolo Simone Starani, rimasto ustionato all'età di 2 anni e salito agli onori delle cronache grazie ad un servizio delle Iene che hanno messo in evidenza la sua situazione anomala. Il sistema sanitario nazionale non riconosce infatti le creme necessarie per la cura del piccolo come medicinali e quindi tutte le spese, notevoli, sono a carico della famiglia.
Il primario del reparto di chirurgia plastica dell'ospedale di Parma, dott Caleffi, ha spiegato come è venuto a conoscenza della situazione e i vari delicati passaggi nell'assistenza al bambino che sta dimostrando una grande forza d'animo.


Gli Indiani Parmigiani devolveranno alla famiglia di Simone il ricavato del loro banchetto di gadget del mondo del baseball, arricchito dalle donazioni di tanti campioni, attuali e passati di Parma e delle altre squadre maggiori del batti e corri italiano, ma anche di altri sport. Tra di essi saranno prodotte, grazie all'iniziativa del fotografo Andrea Cantini, anche le figurine dei giocatori del Parma baseball. Come di consueto verrà organizzata la riffa benefica con ricchi premi in palio e, in onore della storica tifosa Ilaria Molossi, scomparsa un anno fa, verrà premiato il miglior giocatore della squadra tramite votazione dei tifosi. L'iniziativa prenderà il via nel week-end del 26 maggio con la sfida tra Parma e Bologna e terminerà alla fine della regular season.